Carnage

Di: Roman Polanski

Visto con un ritardo di: 0 anni (fuck yeah)

In: italiano

IMDb

Perché sì:

– Da quando ho visto The Big Kahuna ho il mito dei film che hanno come scenario uno spazio particolarmente ristretto, sono interpretati da un numero limitatissimo di attori, sono unicamente basati sui dialoghi, e non mi fanno venire voglia di strapparmi un braccio per rimanere sveglia.

– 4 personaggi che ritraggono con i loro dialoghi una gamma abbastanza ampia di comportamenti umani, facendo venire a galla imperfezioni, manie di grandezza, senso di superiorità, egoismo, e chi più ne ha più ne metta. Sentimenti e comportamenti all’ordine del giorno, ma solitamente velati e riparati dalle imposizioni sociali. Praticamente una seduta di psicoterapia d’urto.

– Proprio quando ti trovi a pensare che uno dei protagonisti dice cose sensate e facilmente approvabili, questo diventa insopportabile e sostiene idee per cui vorresti prenderlo a schiaffi; a rotazione questo succede con tutti e 4. Le alleanze tra loro, infatti, cambiano in continuazione col passare dei minuti. Morale della favola: basiamo i nostri giudizi su una piccola quantità di cose di cui siamo a conoscenza, quelle che una persona lascia trasparire in un determinato contesto, quando invece ognuno ha mille sfaccettature, anche poco conciliabili tra loro.

Perché no:

– In effetti è poco credibile che 4 nevrotici che non vanno d’accordo tirino così per le lunghe una discussione senza uscire sbattendo la porta o senza passare alle mani. Ovvio,  farli discutere così a lungo è solo un mezzo per arrivare al fine ultimo, poco conta quanto sia realistisco; rimane comunque il fatto che nella vita reale dopo mezz’ora scorrerebbe già il sangue.

– Una che beve scotch a ripetizione 5 minuti dopo aver vomitato tipo idrante, circondata da persone che praticamente non fanno una piega a riguardo, me la aspetto perennemente in vestaglia in una roulotte nel Tennessee, non vestita di tutto punto in un salotto di New York. Ma magari sono io che sono troppo ottimista.

– In questo caso mi sento di dire che il film andrebbe visto in inglese, se possibile. Ruota talmente tanto intorno all’interpretazione degli attori, che vedendolo in italiano ci si ritrova a chiedersi se in effetti si percepisca appieno la loro bravura.

6 risposte a “Carnage

  1. zia devi vederti The sunset Limited

  2. Effettivamente concordo sul fatto che è inverosimile che questa scena si svolga tra 4 perfetti sconosciuti. Il giorno di Natale invece è una scena comune in molte case, megavomitata sul libro d’arte appena scartato inclusa.

    • Ma infatti diventa snervante la terza volta che fanno per andarsene e poi senza nessunissima ragione logica cambiano idea e tornano indietro. Possiamo proporre a Roman di scegliere un’ambientazione più credibile la prossima volta. Il titolo del film sarà Natale in Puglia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.