Archivi tag: 50/50

50/50

Di: Jonathan Levine

Visto con un ritardo di: meno di 1 anno

In: inglese

IMDb

Perché sì:

– È vero, parliamo di Seth Rogen, un attore che ha capacità limitatissime, che interpreta praticamente sempre e solo se stesso e che fa battute degne di un bambino di 10 anni. Però non ci posso fare niente, lui ride e io rido.

– Affrontare il tema del cancro in maniera leggera ma allo stesso tempo delicata non è certo impresa semplice, ma il film raggiunge un buon equilibrio tra sorrisi e momenti tristi. Non c’è da sbellicarsi come non c’è da versare fiumi di lacrime, e visto che la prima opzione sarebbe stata irriverente e la seconda scontata, trovo che riuscire a bilanciare le due cose sia un risultato apprezzabile.

Perché no:

– Non ci sono grossi punti di domanda nella storia, bastano circa 15 minuti per indovinare come andrà a finire. Tra l’altro, se nel momento in cui appare un personaggio già si intuisce il ruolo che avrà nell’arco del film, viene da chiedersi perché ci si debba sciroppare le quasi due ore intermedie.

– Non so se possa essere il risvolto negativo di quanto detto sopra sull’equilibrio tra sorrisi e momenti tristi, ma la narrazione non è riuscita a farmi provare vera empatia per il protagonista. Rimane un certo distacco, e oso dire un certo disinteresse, per come si evolve la storia. Il che, tenendo conto che gli eventi narrati sono l’esca perfetta per l’empatia, non mi sembra proprio un buon risultato.