Archivi tag: Argo

Argo

Di: Ben Affleck

Visto con un ritardo di: meno di un anno!

In: inglese

IMDb

Perché sì:

–  Sarà che a me le manifestazioni e in generale gli assembramenti di migliaia di persone fanno piuttosto paura, ma ho vissuto malissimo la scena iniziale dell’assedio all’ambasciata, come credo fosse nelle intenzioni del regista. Ormai abbiamo capito che Ben ha trovato la sua strada. Ebbravo.

– C’è un buon equilibrio tra le componenti della storia, e in particolare tutta la parte ambientata a Hollywood è ottima per stemperare la tensione e non trasformare il tutto in qualcosa di troppo cupo. Ho addirittura riso.

– Il film e la sua morale sembrano abbastanza imparziali e poco tendenti al patriottismo per presa di posizione, fortunatamente. In fondo la situazione storica di cui si parla è piuttosto complicata e forse poco nota (almeno a me), ma viene introdotta in modo davvero delicato e immediato, senza nascondere le colpe degli USA. Tra le altre cose, ho apprezzato moltissimo il contrasto tra il destino degli americani che tentano la fuga e quello della cameriera della casa dove si nascondono.

Perché no:

– Qualcuno spieghi agli americani che ormai le scene di esultanza dietro le quinte per le missioni riuscite (che siano ambientate negli uffici della CIA, della NASA, nell’ufficio ovale, o nel gabinetto di casa mia) sono leggermente inflazionate. Non se ne può più di uomini in camicia davanti ai PC che scoppiano in urla, abbracci e battiti di mani.

– La componente da film d’azione in cui tutto deve far trattenere il fiato e casomai andare a buon fine per il rotto della cuffia qui è portata all’esasperazione e applicata a qualsiasi cosa si potesse applicare. Per quanto mi riguarda non è una scelta saggia, soprattutto quando si racconta una storia vera: diventa palese e fastidioso il fatto che si stia guardando qualcosa di parecchio romanzato e mirato a un pubblico pagante che deve per forza avere la sua dose di fughe, inseguimenti e suspence. Avrei apprezzato di più un ritmo più pacato, movimentato della tensione che per fortuna spesso e volentieri qui viene generata anche in altri modi.